New In! | SeFem Design

Buongiorno pashioners! 🙂

Oggi vogliamo presentarvi una ragazza che abbiamo conosciuto al FashionCamp di Milano. Lei è Paola Vanazzi, jewelry designer di Sefem Design: ci ha raccontato il suo percorso creativo, la nascita del suo brand e ci ha presentato i suoi bellissimi gioielli dallo stile futuristico!

SeFem Design - Paola Vanazzi victim

Come nasce il marchio SeFem Design?
SeFem design nasce da uno slang di tipo … dialettale! Si tratta di un modo di dire che tradotto in italiano significa “cosa facciamo?!!”. L’idea di prendere ispirazione dalla tradizione dialettale è nata un po’ per gioco durante una serata d’inverno tra amiche; dopo varie riflessioni e confronti relativi alla situazione lavorativa attuale, ho pensato ad un nome che in questo periodo di crisi può rappresentare la situazioni di molti giovani che si inventano un lavoro, nonostante la situazione precaria, cercando di portare avanti le proprie passioni.

Quali esperienze ti hanno contraddistinto in passato?
Ho una formazione da architetto e un master in Design del Gioiello svolti presso il Politecnico di Milano e il Poli.Design. Dopo l’università ho svolto la professione di architetto , tuttavia dopo anni di studio e durante il periodo lavorativo, ho voluto concentrare la mia preparazione nell’ambito del design del gioiello frequentando corsi presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, per giungere nel 2013 alla creazione del mio brand.

Quali sono gli elementi distintivi delle tue creazioni?
Ritengo che la formazione da architetto influenzi molto le mie creazioni. Ho passato anni a progettare partendo dalle geometrie semplici, e penso che ogni individuo che si trova nelle condizione di dover creare una qualsiasi cosa, che sia una residenza o un elemento di arredo o complemento, trasmetta nel proprio progetto la propria esperienza e la personalità che lo contraddistinguono. Ho sempre pensato ad elementi che si distaccassero dall’idea di gioiello che siamo abituati a vedere, ricerco forme pulite e chiare, penso che la bellezza stia nella semplicità.

Ci sono artisti o stilisti che ti ispirano?
Cerco sempre di trarre ispirazione dagli stilisti che hanno fatto la storia della moda. L’osservazione e lo studio del dettaglio sono importantissimi, come in architettura, penso sia lo stesso nel fashion design, ritengo necessario studiare i maestri per comprendere al meglio le forme, che non nascono mai dalla casualità. Per quando riguarda il mondo dell’arte, ho una collezione ispirata alle forme geometriche di Sol LeWitt, artista statunitense legato a vari movimenti tra cui l’arte concettuale e il minimalismo. Mi sono ispirata ai suoi Wall drawings. Le sue strutture, basate su semplici forme geometriche, dialogano con l’architettura nella quale si trovano e l’artista è riuscito in queste opere a trarre un’ efficace sintesi delle geometrie.

Dove trovi l’ispirazione per creare?
Parto in genere dalle geometrie elementari per arrivare a studi di elementi tridimensionali e geometrie impossibili. Credo che le forme essenziali diano un carattere attuale e forse un po’ futuristico alle mie creazioni. Spesso traggo ispirazione anche dall’osservazione degli elementi più semplici che incontriamo nella vita di tutti i giorni, colgo dettagli che sono spunto di partenza per la progettazione.

Cosa ne pensi del commercio elettronico?
Stai parlando con la regina dello shopping online! ☺ In genere lo ritengo un ottimo strumento per poter far arrivare agli utenti prodotti che si trovano in altre parti del mondo. Quello che sarebbe utile migliorare potrebbe essere l’aiutare l’utente ad avere una percezione dell’oggetto sempre più dettagliata, in quanto l’acquisto di un oggetto online è sempre difficile in termini di valutazione della qualità. Nel caso di Pashion Victim, il fatto di dare la possibilità alle blogger di inserire la loro recensione è un valido strumento, che va in aiuto di chi acquista tali prodotti.

Hai già avuto esperienze in passato?
Di acquisti sì, di vendita non ancora, a parte alcune vendite in temporary shop online.

Cosa ti ha spinto ad entrare all’interno di PashionVictim?
Innanzitutto trovo molto valida la collaborazione con i blogger che danno un forte supporto ai brand in cui credono. Avendo già lavorato con Jessica Neumann e Juliane Borges di Culture&Trend, ne è risultata una collaborazione molto positiva ed entusiasmante, non tralasciando nemmeno l’aspetto umano, la fiducia tra le persone è oggigiorno ancora importante, nonostante gran parte del lavoro venga gestito via web.

Con che genere di fashion blogger vorresti collaborare?
Non ci sono particolari requisiti, ma apprezzo molto le persone semplici, che amano ancora il made in Italy e che riescono a combinare stili diversi, con particolare attenzione alle nuove tendenze, senza il timore di osare.

Siamo molto felici di averti con noi Paola, benvenuta su PashionVictim! 🙂

Andrea Beck Melegari

How was SeFem Design born?
I trained as an architect and a master’s degree in jewelry design carried out at the Politecnico di Milano. After college I worked as an architect, but while I was working and after these years of study I wanted to focus my preparation in the design of the jewel attending courses at the University of Central Saint Martins in London, to arrive in 2013 to creation of my brand.

Which past experiences have characterized you?
seFem design comes from a slag-type dialect ..! it is a way of saying that translated in Italian means “what do we do?”. The idea of taking inspiration from the vernacular tradition was born a bit ‘for fun during a winter evening between friends, after various reflections and discussions related to current work situation, I thought of a name that in this period of crisis may’ represent the situations of many young boys you invent a job, despite the precarious situation, trying to pursue their own passions.

Which are the distinctive features of SeFem Design creations?
I believe that training as an architect was greatly influenced by my creations. I spent years designing starting from simple geometries, and I think that every individual who is in a position of having to create anything, be it a residence or a piece of furniture or complement, send in your project its experience and personality that distinguish it.
I always thought elements who turn away from the idea of jewelry that we usually see, I look for clean lines and clear, I think the beauty is in the simplicity.

Did any artists or fashion designers inspire you?
I always try to take inspiration from the designers that have made the history of fashion. The observation and study of detail are paramount, such as in architecture, I think it’s the same in fashion design, I need to study the masters to better understand the forms, which do not arise by chance ever. In the world of arts, I have a collection inspired by the geometric shapes of Sol LeWitt, he is American artist linked to various movements including conceptual art and minimalism. I was inspired by his Wall drawings. These structures, based on simple geometric forms, interact with the architecture in which they are located and the artist has succeeded in these works derive an efficient synthesis of the geometries.

Where do you find inspiration to create?
Generally from elementary geometry to get to studies of three-dimensional elements and impossible geometries. I believe that the essential forms take a current character and perhaps a bit futuristic to my creations. Often I am inspired by the observation of the simplest elements we encounter in everyday life, I take the details that are a starting point for the design.

What do you think about e-commerce?
You’re talking to the queen of online shopping! ☺ I think it is generally a great tool for users to be able to get products that are found in other parts of the world. What would be useful to improve may be the help the people to have a more detailed perception of the object, since the purchase of an item online, it is always difficult in terms of quality assessment. In the case of Victim Pashion, the fact of giving the opportunity for bloggers to insert their review is a valuable tool, which comes to the aid of those who purchase those products.

Did you have any previous experiences with it?
Of purchases, sales have not yet, apart from a few sales in temporary shop online.

What prompted you to enter the interior of PashionVictim?
First of all, I think that it very good idea the collaboration with bloggers, who give strong support to the brands they believe. I worked with Jessica Neumann and Juliane Borges of Culture & Trends, the result has been a very positive cooperation and exciting, not to mention even the human aspect, the trust between people nowadays is still important, although much of the work is handled by web.

Why did you decide to join PashionVictim? Which kind of fashion bloggers are you looking for?
There are no special requirements, but I appreciate the simple people, who still love the made in Italy and that combine different styles, with particular attention to new trends, without the fear of daring.

Annunci

One thought on “New In! | SeFem Design

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...