New In! Carlotta | Style and Trouble

Buongiorno pashioners!

Oggi vi presentiamo la nuova blogger che entra a far parte di PashionVictim: lei è Carlotta Rubaltelli, blogger di Style and Trouble! Conosciamola insieme…

carlotta rubaltelli_victim

Ciao Carlotta raccontaci come è nata l’idea di Style and Trouble!
L’idea di aprire un blog tutto mio è nata proprio “dalla sera alla mattina”, ho pensato che mi sarebbe piaciuto avventurarmi in qualcosa di nuovo, qualcosa che potessi gestire autonomamente e che mi potesse mettere in contatto con tantissime persone e così nel giro di 7 giorni ho creato il blog e l’ho messo online!

Da quanto tempo sei a tutti gli effetti una fashion blogger? Raccontaci una tua giornata tipo!
Non so dire esattamente cosa voglia dire “essere a tutti gli effetti una fashion blogger” ma posso dirti che, da quando ho aperto il blog (gennaio 2012), nel giro di 6/7 mesi ho iniziato ad avere le vere prime e grandi collaborazioni con brand importanti come Yves Saint Laurent Beauty, Borsalino, GlossyBox e Cruciani e da lì tante cose sono cambiate! Ho iniziato anche a collaborare con Bigodino.it, un portale online che ogni giorno propone articoli di moda, tecnologia, viaggi, benessere e design scritti da blogger emergenti e talentuose! La mia giornata tipo è sempre ricca, stra ricca di impegni e cose da fare, alcune delle quali legate al blog. Cerco di aggiornare ogni giorno quindi o la mattina stessa o la sera prima preparo sempre i miei articoli e in più 2 volte a settimana ho gli articoli per Bigodino da scrivere e uplodare oltre alle varie mail e chiamate a cui rispondere! É difficile a volte conciliare tutto, ma io amo fare tante cose, mi fa sentire viva!

Quali sono a tuo avviso gli elementi che differenziano una blogger professionista da una blogger amatoriale?
Credo che principalmente sia la serietà con cui una blogger si approccia al suo blog e alle persone che vogliono collaborare con lei. Per svolgere in modo adeguato il lavoro di blogger (ed essere quindi una blogger professionista) bisogna rispondere alle mail con costanza, rimanere aggiornate, curare il blog in ogni sua parte e sopratutto scrivere testi di qualità. Ci vuole impegno, come in tutte le cose, e si deve prendere tutto molto seriamente, le aziende si aspettano molto da noi e, con la concorrenza che c’è, non ci si può permettere di sbagliare! In ultimo, credo che, almeno per quel che mi riguarda, il fatto che il mio percorso scolastico ed accademico sia molto legato al mondo del commercio, del marketig e della comunicazione (via web) mi abbia aiutato e agevolato in alcuni passaggi che a volte possono risultare complessi per chi è alle prime armi!

Che consigli ti senti di dare a chi è alle prime armi?
Sicuramente consiglieri di aprire il blog solo se si è veramente convinte di prendere la cosa seriamente, è un peccato aprire blog che poi dopo 2 mesi finiscono nel nulla! In più consiglierei a tutte di cercare di essere il più possibile sincere con le proprie lettrici, di accettare e rispondere a tutte le critiche e di dare importanza ad ogni singola persona che scrive per collaborazioni o anche solo per chiedere consigli! Il blog, infine, deve essere una passione, una cosa divertente, un’occasione per crescere e maturare, ma non un semplice “modo per guadagnare”, se così fosse non si tratterebbe di un blog di qualità!

Qual è lo stile che ti rappresenta maggiormente?
È davvero difficile per me definire uno stile che mi rappresenti in toto. Cambio molto spesso, proprio perchè la moda è un gioco che ci permette di essere ogni giorno diverse sopratutto in base all’umore e al tempo! Lo stile che più di tutti però mi piace indossare e che forse mi rappresenta meglio è uno stile minimal ed essenziale, che punta sugli accessori, amo molto i look puliti, eleganti e chic!

Quanto ritiene importante l’attività di coolhunting per un fashion blogger?
Penso sia molto molto importante, abbiamo la possibilità di essere a contatto diretto con le nuove tendenze e con tanti bravissimi brand e designer emergenti. Per quel che mi riguarda cerco sempre di privilegiare e andare in contro alle esigenze di piccole/medie aziende italiane o start-up che abbiano idee nuove ed innovative e se posso scegliere le preferisco sempre per le mie collaborazioni!

All’interno delle tue collaborazioni, credi di aver individuato brand particolarmente promettenti?
Assolutamente sì! Ho iniziato a collaborare con Glossybox quando il servizio era ancora in una fase embrionale e oggi è conosciuto in tutta Italia anche grazie alla collaborazione che hanno fatto con FoxLife Italia. Stessa cosa posso dire per L’aura , brand che produce borse super cool e che è cresciuto tantissimo negli ultimi anni, così come Sebastian Milano, che si sta aprendo sempre più al mondo dei social e al web, Nashi Argan, brand italiano di prodotti per capelli molto valido e a prezzi competitivi, Severe Gusts Italy, brand ischitano che produce borse e borsoni in pelle di altissima qualità e Maison Clochard, brand emergente toscano di jeans e pantaloni, ma anche Erreà Sport, Pomandere, Hanita, Minimum e tantissimi altri brand emergenti . Con Solofate.it, luxury ecommerce italiano di pezzi vintage, infine, ho iniziato a collaborare e a credere in loro quando il servizio era nato solo da pochissimi mesi e anche ora, che il sito sta andando sempre meglio, continuo a collaborare con loro e ne sono felicissima!

Sei tra le prime blogger ad essere ammesse all’interno di PashionVictim, cosa ti aspetti da questo nuovo progetto? Cosa ti ha spinto a candidarti?
Mi aspetto che questo progetto possa agevolare e rendere più veloce il rapporto a volte complesso che lega le aziende alle blogger. Spero che molte aziende imparino e capiscano il potenziale che noi blogger possiamo esprimere e quanto possa essere utile per le aziende (sopratutto quelle emergenti) interfacciarsi in modo positivo e corretto con gli internauti.

Ringrazio Carlotta per essere stata così esauriente, è un piacere averti in PashionVictim!

Andrea Beck Melegari

Hi Carlotta, nice to meet you! How is Style and Trouble blog born?
I made up my mind and opened my own blog very suddenly, I thought I would have loved starting something new that I could run by myself and that would let me get in touch with so many people. So I created the blog in just a week and published it online!

How long have you been blogging as a professionial fashion blogger? How is your ordinary day?
I’m not completely sure about what “being a real fashion blogger” means, but I can say that 6/7 after opening my blog (in january 2012), I started receiving real proposals for job partnerships with important brand like YSLB, BORS, GLOSSBX,CRUC, and from now on many things have changed (for the better, of course!). I also started working for bigodino.it, an Italian website where you find new pieces about fashion, technology, travel, wellness and design every day, all of them by emerging gifted female bloggers! My ordinary day is always very full of things to do, some of them linked to the blog. I try to update it every day, so I prepare my posts either in the morning or the night before; moreover, twice a week I must write and upload my pieces for bigo.it , and also answer to many phone-calls and emails! Sometimes it’s hard to combine everything, but I love doing many things, it makes me feel alive! 

In your opinion, which is the difference between a professional and an amateur fashion blogger?
I think the most important things are the accuracy and reliability a blogger uses to get in touch with people who want to have a job partnership with her. In order to carry out this job appropriately (and be a professional blogger) you have to answer the emails constantly, be updated, look after every blog detail and, first of all, write high quality pieces. You must put a lot of effort into it, just like in the other things, and take it seriously, because the companies expect very much from us bloggers, and since there is a lot of competition, you can’t afford making mistakes! In the end, up to me I’ve found very helpful my school and university career, because it is also connected with the field of trade, marketing and (web) communication, and facilitated some steps that beginners may find hard to overcome.

Do you have any advice for beginner fashion bloggers?
First of all you are ready to open a blog only if you are totally sure about taking it seriously, it’s just a pity if you open a blog and then forget it after only 2 months! Moreover, I’d suggest to always be sincere with your readers, accept and answer any disapproval and give importance to the single one who writes to you to either propose partnerships or ask for advice! Finally, the blog must be run for the love of it, must be something fun, an opportunity to grow up and mature, not just a way to earn money: in that case it wouldn’t be a high quality blog!

Which style represents you the most?
It’s a difficult question, there isn’t only one style that can fit me for the best, I change my style very often, just because fashion is a game that lets us being different every day, first of all depending on the mood and the weather. Anyway, I prefer a minimal and essential style, which focuses on accessories, I really love elegant and chic outfits!

As a fashion blogger, how important is doing cool hunting? Why?
I think it’s very important, as fashion bloggers we have the chance to be in touch with new trends, many brands and emerging designers directly. As for me, when I can choose my partnerships, I always try to prefer and pander to Italian small and medium enterprises or start-up companies that have new and competitive ideas.

Do you collaborate with any emerging brand? Which are the most interesting in your opinion?
Of course I have! I started working with GB when their service was just at an early stage, and nowadays it is known all around Italy also thanks to their partnership with FoxLife Italia. I can say the same thing about L’aura ,a brand for really cool bags that has been growing very much during the last years, and about Sebastian Milano that is opening itsef to the social networks and web in general; also I can mention Nashi Argan, an Italian hair products brand that offers high quality and good prices; Severe Gusts Italy, from Ischia, a brand that produces high quality leather bags, and Maison Clochard, an emerging brand from Tuscany that produces jeans and trousers, but also Erreà Sport, Pomandere, Hanita, Minimum and many other upcoming brands. Finally I’m glad and proud to say that I started working with and trusted in Solofate.it, an Italian vintage and luxury e-commerce website, when it was just born for a few months, and we are in a partnership even now that their service is going better and better!

You are one of the first bloggers admitted to PashionVictim, which are your expectations? Why do you want to be part of PashionVictim?
I hope this project can make the link between companies and bloggers easier than now. I hope many enterprises will understand that we bloggers have a good potential and can be useful for them (especially those who are emerging) in get in contact with people who surf the net positively and properly.

Annunci

One thought on “New In! Carlotta | Style and Trouble

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...