New In! Pamela | Tr3nDyGiRL Fashion Blog

Hello 🙂

Concludiamo la settimana conoscendo Pamela, fashion blogger di Tr3nDyGiRL! Come è nato il suo blog, la sua opinione riguardo all’essere blogger e tanto altro ancora nell’intervista che trovate qui di seguito…

pamela pashionvictim

Ciao Pamela, raccontaci come è nata l’idea di Tr3nDyGiRL Fashion Blog.
Nasce dall’esigenza di avere uno spazio tutto mio dove poter esprimere il mio concetto di moda e confrontarmi con chiunque ami questo settore dalle mille sfaccettature e opportunità.  Il nome non è casuale, mi accompagna da sempre lungo il mio percorso ed è uno dei miei tanti sogni nel cassetto, ovvero, quello di far conoscere tutti i trends del momento a Catanzaro , perché qui, dove vivo io, purtroppo vige un’ arretratezza immane e tantissimi pregiudizi che combatto quotidianamente.

Da quanto tempo sei a tutti gli effetti una fashion blogger? Raccontaci una tua giornata tipo! 
Il mio blog è in rete dal 5 Aprile ma l’idea risale ad almeno 2 anni fa. Quando mi sono resa conto che statisticamente parlando questo mondo resisteva benissimo alla crisi perché nessuna donna sa rinunciare alla it bag del momento o ad un paio di Louboutin, ho preso il coraggio in mano e mi sono messa in gioco con estrema dedizione e amore a studiare nei dettagli le tendenze che fanno la moda. Le mie lunghissime giornate prevedono l’aggiornamento costante su internet tra video, sfilate, articoli e riviste, un giro davvero infinito da cui traggo ispirazione per i miei outfit. Quando redigo un post, l’esperienza mi ha insegnato a badare a tante cose,p er esempio alle parole chiave, ai collegamenti e qui entrano in gioco le mie competenze SEO (l’ottimizzazione del contenuto sui motori di ricerca). Non è facile come sembra rafforzare un articolo e far sì che questo raggiunga risultati ottimali nella ricerca e nella giungla concorrenziale di Google. Da qui la distinzione tra bloggers e bloggers professioniste.

Classifiche, follower, utenti, post, quali sono gli ingredienti che contraddistinguono un blogger di successo? 
Come spiegavo poc’anzi, non è questione di sola fortuna come spesso viene dichiarato con ipocrisia, io personalmente se metto in ballo qualcosa mi aspetto che tale cosa abbia un riscontro e mi impegno affinchè sia così. Non credo minimamente a chi dice che ha iniziato per gioco e poi è arrivato al successo, il colpo di fortuna nel fashion system senza reali basi o senza l’appoggio di qualche agenzia è molto raro! C’è sempre qualcuno che nota le tue capacità comunicative e se le hai te ne danno atto casomai… e così avviene che piaci perché sei te stessa, perché sei una persona comune a tante, ti seguono sui social network, ricambi i commenti e si formano anche tante belle amicizie sincere. Al contrario chi si millanta a diva inarrivabile, oltre a risultare sgradevole, ha già perso in partenza. L’umiltà è tutto, bisogna esserlo anche se ci si può permettere economicamente di indossare una Birkin di Hermès.

Che definizione daresti alla parola “fashion blogger”? Giornalisti della nuova era digitale? Influencer? Trendsetter? Coolhunter? 
Assolutamente escludo il giornalismo, io personalmente lo lascio svolgere a chi ha studiato seriamente tematiche sociali ben diverse e fatto gavetta per anni, quindi a mio parere fare blogging per passione non può essere in egual misura paragonato al giornalismo tradizionale. Benché non sia ancora stato inventato un termine di categoria, è innegabile che noi fashion bloggers abbiamo una forte influenza. Trendsetter lo trovo più appropriato magari accostando strumenti di marketing efficaci come fare Cool Hunting sono senz’altro armi vincenti per chi sa utilizzarli.

All’interno delle tue collaborazioni, credi di aver individuato brand particolarmente promettenti? 
I brand che promuovo all’interno del mio blog sono tutti selezionatissimi e vanno dal già noto a quelli emergenti che hanno bisogno di giusta visibilità. Se un determinato prodotto non rispecchia determinate caratteristiche, come ad esempio qualità, manifattura o proprio non mi piace, rifiuto categoricamente qualsiasi forma di partnership, perché sinceramente oltre a proporre capi di buon gusto non ci tengo a riempirmi l’armadio di fronzoli inutili, giacchè esplode di per sè. Recentemente ho lavorato con Triumph, Essequadro con cui collaborerò per la creazione di una Capsule Collection firmata da me, Amy Gee, Parah, Raison d’Être, Faby Nails e tantissimi altri.

Quali sono i blog che segui maggiormente? Quali sono a tuo avviso i top blogger italiani? Quali ritieni essere invece i più promettenti? 
Seguo tutte le mie colleghe italiane senza distinzioni ma ho una forte attrazione per Aimee Song che ritengo abbia gran carattere e personalità spiccata. I top blog li lascio giudicare alla professionalità di Les Cahiers in base a dati statistici e strumenti ben precisi che posseggono, mentre i blog che promettono bene sono senz’altro quelli graficamente curati, che è un elemento fondamentale, e quelle fashioniste che pubblicano contenuti di qualità anche non ogni giorno, l’importante rimarrà sempre la comunicazione a 360°.

Sei tra le prime blogger ad essere ammesse all’interno di PashionVictim, cosa ti aspetti da questo nuovo progetto? Cosa ti ha spinto a candidarti? 
Sono onorata di far parte della vostra famiglia e vi ringrazio per avermi scelta. Spero tanto di contribuire nel migliore dei modi a questo grandioso progetto, condividendo i miei outfit con gli altri membri. Mi aspetto tante interessanti nuove collaborazioni, creare e mantenere i rapporti con i brands è quello che mi ha incuriosita e spinta maggiormente a candidarmi, oltre al fatto che ritengo quest’iniziativa unica nel suo genere.

Benvenuta su PashionVictim!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...